Roberto R. Corsi

Tempo di lettura previsto: 12 anni

Posts Tagged ‘Massimo Seriacopi

JABOP! (Just Another Book Of Poems)

with one comment

Oggi esce ufficialmente il mio nuovo libro di poesie. Titolo: Cinquantaseicozze. Editore: Italic (Pequod) di Ancona. ISBN 978-88-98505-83-8

Eccomi qui ritratto col prototipo.

proto

Si tratta, e non è instant marketing, delle poesie che giudico con maggior favore: le mie predilette dal 1997 alla data odierna. C’è di buono poi che il libro è distribuito bene, da PDE che da qualche mese è in joint venture con Messaggerie. Quindi dovreste trovarlo/prenotarlo facilmente in libreria, soprattutto nelle Feltrinelli che alle prime verifiche risultano le più fornite (del resto PDE è Feltrinelli!), sennò online: Feltrinelli promette anche qui il servizio più celere, poi Amazon, IBSMondadori store e via di seguito. Tra qualche tempo proverò a fare una mappa delle biblioteche che lo ospiteranno per il prestito; soluzione di lettura da sempre nel mio cuore, perché gratis per voi e gratificante per chi lavora in un luogo che dovrebbe, in un paese normale, essere un fulcro della vita individuale e sociale assai più dello stadio o di uno schermo LCD.
Al momento una copia del libro è disponibile per il prestito presso la Biblioteca di Frascati, un’altra presso la Biblioteca della poesia di Terzo, Alessandria.

Fatemi sapere… hashtag #56cozze su twitter. Monitorerò anche le recensioni che gentilmente vorrete lasciare (v’incoraggio a farlo, critiche feroci incluse) – nelle schede prodotto delle suddette librerie online, o nelle community quali anobii, goodreads, etc. Insomma teniamoci in contatto.

Detto questo, qualche riflessione in più.

Leggi il seguito di questo post »

Written by Roberto R. Corsi

13 maggio, 2015 at 08:53

Breaking: 978-88-98505-83-8

with 2 comments

cover-peek :)

cover sneak peek 😉

Sono lieto di dirvi che pochi minuti fa ho dato il mio imprimatur alla versione cartacea delle Cinquantaseicozze.
C’è stato qualche mese di ritardo su quanto vi avevo annunciato, ma mi sembra che il risultato sia soddisfacente (almeno dal pdf della bozza: gesti apotropaici) per quello che sarà il mio secondo e, salvo imprevisti, ultimo libro carne ac ossibus.
La prefazione (leggera e arguta, dunque non foriera di acido lattico già a inizio salita) sarà di Massimo Seriacopi; a mo’ di postfazione avrete il sostanzioso contributo critico di Davide Castiglione.
Il codice ISBN lo vedete nel titolo. Il libro è alle stampe per Italic Pequod, che ringrazio per la pazienza.
Penso che sarà ben distribuito, e ciò è cosa buona.
Stay in touch!!

Written by Roberto R. Corsi

25 marzo, 2015 at 22:02

Danzando con un ragno trasparente

with 2 comments

Seriacopi

Massimo Seriacopi durante un incontro (l’immagine l’ho trovata su 123people ma non so da che sito sia stata catturata).

Ho ricevuto da Massimo Seriacopi – amico e valentissimo saggista-vivificatore dantesco (lo potete ascoltare facilmente durante l’anno nelle sue «chiacchierate» alla Libreria Chiari, o alla Libreria dei Servi o aliunde), nonché relatore assieme al sottoscritto durante una presentazione di qualche anno fa – il volumetto delle sue Piccole danze.
In queste poesie pazientemente distillate lungo lo scorrere di più decenni si avverte chiaramente la sapienza architettonica che è frutto dello studio (prevalenti gli endecasillabi; molte le simmetrie testuali entro e oltre il singolo componimento) e la predilezione per un lirismo di matrice classica; forse addirittura kavafiana nelle prove più riuscite – ad esempio a p. 43, ove lampi di sensualità baluginano nella cornice di un moderato dato dalla rigida struttura (notare le ripetizioni quasi a mo’ di contrafforti) e, tematicamente, dagli slanci dolceamari, proponimenti accennati nell’estate di San Martino dell’età:

Sarò giovane ancora, e ancora e ancora;
la luce stamattina lascia spazio
con il silenzio all’immaginazione.

E correrò per strade di cristallo,
fragile fragile tempo trascorso;
m’infilerò le mani in tasca – guardo
l’asfalto liscio e la tiepida polvere,
l’erba ceduta a passi di ragazzi
appena appena usciti, nudi al margine.

E invidierò la tua camicia aperta,
a te che giovane sei per davvero,
e t’abbottoni, rivesti il tuo pube
dopo l’amore esposto appena appena.

Sarà per questa luce vespertina:
ha sapore di terra il tuo corpo, ora,
e diventa a me bagnato sigillo
questo risucchio delle labbra tue.

Notevole poi è la “poesia eresia” di p. 31, dove nel primo distico il velo del ritenuto si squarcia con un’immagine forte Leggi il seguito di questo post »

Written by Roberto R. Corsi

22 aprile, 2012 at 10:03

GRADIVISMO

leave a comment »

copertina GRADIVA

la copertina del numero doppio di GRADIVA 2010

Volendo descrivere con una sola parola cosa avverrà dalle ore 16,30 di martedì 12 aprile presso la Marucelliana si potrebbe usare questo termine che accorpa in sé l’affetto profondo per una rivista+editrice (GRADIVA appunto), cui tanto si deve per la diffusione della poesia italiana negli States e non solo, e il ritrovato DIVISMO del sottoscritto che per una volta metterà da parte la sua motivata ritrosia a leggersi e presenterà un inedito consistente in una variazione su un tema di Luigi Fontanella (dunque quale occasione migliore?).

Fortunatamente per l’audience, molte e ben altre voci si susseguiranno in questo evento che, oltre a introdurre al pubblico l’ultimo numero della rivista, vuol essere una rassegna di testimonianze di chi a Gradiva ha contribuito col proprio lavoro poetico o critico, o di chi come me vi è stato segnalato. Dopo il saluto della direttrice della biblioteca Monica Maria Angeli e gli interventi di Franco Manescalchi Luigi Fontanella e Plinio Perilli, ecco l’autorevole roster alfabetico dei lettori-poeti, coordinato da Annalisa Macchia: Marino Alberto Balducci, Mariella Bettarini, Michele Brancale, Maria Grazia Cabras, Lorenzo (letto da Lucia) Calogero, Massimilano Chiamenti, me medesimo, Maura Del Serra, Alba Donati, Luigi Fontanella, Anna Maria Guidi, Annalisa Macchia, Gabriella Maleti, Alfredo Marchegiani, Piera Mattei, Loretto Mattonai, Massimo Mori, Roberto Mosi, Ivano Mugnaini, Giuseppe Panella, Plinio Perilli, Leandro Piantini, Alessandro Raveggi, Giovanni Stefano Savino, Massimo Seriacopi, Valeria Serofilli, Caterina Trombetti, Liliana Ugolini, Anna Vincitorio.
Come vedete ci sono nomi d’assoluto rilievo, i tempi saranno stretti ma l’occasione d’incontrarli e ascoltarli tutti insieme è considerevole.

Cliccando qui oppure sulla copertina a lato potete scaricare la locandina dell’evento. Vi aspetto!

Presentazione di “A scuola di poesia” di Annalisa MACCHIA

leave a comment »

un’altra irruzione critica del sottoscritto: martedì 9 marzo, alle ore 16,30, presso l’Archivio di Stato (viale Giovine Italia – zona Piazza Beccaria) presenterò il libro dell’amica Annalisa Macchia, dedicato in larga parte alla sua esperienza di laboratorio-poesia con un gruppo di deliziosi ragazzi diversamente abili. Insieme a me, oltre all’Autrice e a Silvia Tozzi per la casa editrice, l’altissimo poeta Renzo Gherardini (insignito del premio Betocchi nel 2009) e il prof. Massimo Seriacopi. State tranquilli, finiamo abbondantemente in tempo per poter raggiungere lo stadio o la tv e seguire i viola! 🙂

la scheda del libro sul sito Florence Art

UPDATE: il testo (riveduto e arricchito) del mio intervento

Written by Roberto R. Corsi

5 marzo, 2010 at 13:21

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: