Roberto R. Corsi

Tempo di lettura previsto: 13 anni

Posts Tagged ‘Lorenzo Bastida

giornata della poesia 2018: reading list

leave a comment »

Detto che per gran parte confermo quanto scrissi a San Serapione anni fa; detto altresì che tutte le mie celebrazioni consisteranno nell’andare, tra poco, a comprarmi le ottime lasagne sfornate da una gastronomia qui vicino; nondimeno mi sembra giusto lasciarvi una reading list poetica, nel mio piccolo. Eccola!

 

– La più bella raccolta uscita in cartaceo nel 2017/2018 che io abbia letto finora è sicuramente I quaderni del vino di Lorenzo Bastida. Qui la recensione;

– Alcune belle poesie “singole” che ho letto qua e là in questo giro di terra: Complanare di Paolo Polvani (la trovate qui dentro), poi, in ordine sparso, Alessandro Burbank, Viola Amarelli, Paolo Coceancig (tutte annotate sul mio taccuino);

– “Ho fatto scouting” con Francesco Tontoli e le sue Marzoline: ne trovate su Perìgeion una scelta che, salvo imprevisti, dovrei aver rilanciato proprio poche ore fa;

– Infine, con la consueta puntina di studium laudis, vi segnalo una mia traduzione di una poesia inedita della grande poetessa Alicia Ostriker. La poesia fa parte di una cinquina uscita su The Sigh Press, un trimestrale in lingua inglese edito in Oltrarno. Avrei messo anche il testo a fronte, ma i termini di © del periodico sono rigorosi, quindi dovete fare il raffronto “manualmente”.

 

Buona lettura!

 

Annunci

Lorenzo Bastida, I quaderni del vino

with 2 comments

«Semplicemente dei versi, ossessivi e mi auguro inattuali, sulla malattia e la morte di una madre».

Lorenzo Bastida (img source: Youtube still)

Nella recente presentazione fiorentina ho sentito di non aver reso un gran servizio alla raccolta. Che invece nei giorni di gennaio e febbraio mi è venuta incontro, quasi addosso. Attraverso I quaderni del vino sono maturato io, col mio strumentario, che forse a dicembre era più grezzo o diversamente sintonizzato.
Non spaventatevi con la mia vicenda personale: la straordinarietà delle poesie può essere colta subito. Per esempio, nell’evidenza del dolore e nella forza degli affetti. Ma certamente, come scrive Lorenzo nella premessa, si tratta di versi «inattuali»; un vino corposo, rispetto al “lambrusco salamino” della leggerezza emozionale e del minimalismo lessicale, oggi quasi di rigore, soprattutto quando assistiamo a un esordio.
Qui abbiamo una raccolta felicemente pensata, non semplice. Il «semplicemente» che apre la premessa alla raccolta, e che dunque è la prima parola del libro, è in buona fede ma fuorviante. Del resto, che ci sia stato lavoro pluriennale è evidente dalla circostanza che i testi siano iniziati a fluire già nell’immediatezza della perdita, e ne sia poi stata fatta una cernita, una espunzione (è stata omessa la sezione dell’impegno civile, che – si spera – andrà a formare un altro libro); addirittura, con le stesse parole di Lorenzo, una «censura» nella quarta sezione della silloge.
Pensata, però, non vuol dire “costruita”, inautentica. Vuol dire matura in termini di coerenza sistematica, di metrica e musicalità, di scelte lessicali e perfino “architettoniche”, cioè attente ai rimandi interni e con qualche riferimento esterno.
Leggi il seguito di questo post »

Written by Roberto R. Corsi

24 febbraio, 2018 at 08:30

roots: venerdì a Ferrara per “I quaderni del vino”

leave a comment »

una rara escursione extramuraria: venerdì p.v., dalle 17, presso La Feltrinelli della “mia” Ferrara, parlerò con altri illustri ospiti de I quaderni del vino di Lorenzo Bastida. L’intervento diventerà, spero, una recensione scritta alla bellissima raccolta su cui mi ero già soffermato (a mio avviso senza averci capito troppo) lo scorso 14 dicembre.
EDIT (20 feb): una febbre improvvisa mi costringe a dare forfait, ospiterò a breve qui sul blog l’intervento che avevo preparato. E che forse verrà proposto in tutto o in parte da Danilo Mandolini, direttore editoriale di Arcipelago Itaca, che mi sostituirà per la parte “critica” della presentazione. Desolato, Ferrara. Alla prossima
locandinaFE

Written by Roberto R. Corsi

19 febbraio, 2018 at 10:40

civetta decembrina

with one comment

Brevi di cronaca (nera?) fiorentina:

  • Giovedì 14, dalle 18, dirò qualcosa sulla raccolta di Lorenzo BastidaI quaderni del vino, alla libreria Parva Libraria (Via degli Alfani, 28/r – Zona Pergola – sito | evento fb).
    Con me: Autore e altri valenti relatori e lettori.
  • Lunedì 18, dalle 17, dirò qualcos’altro sulla raccolta di Fabrizio Dall’AglioLe allegre carte, a Palazzo Medici-Riccardi, sala Fallaci (Via Dei Ginori, 8 – Zona Duomo  – wiki).
    Con me: Autore, Brancale, Lucarini, Maccari (quest’ultimo ottimo poeta nonché condirettore della collana).
  • martedì 19 ho il dentista, “smile”

Written by Roberto R. Corsi

11 dicembre, 2017 at 11:52

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: