Roberto R. Corsi

Tempo di lettura previsto: 12 anni

I libri >>> Il segreto delle fragole 2010 (2009)

Il segreto delle fragole - copertina Il segreto delle fragole - aperto

IL SEGRETO DELLE FRAGOLE
Poetico Diario 2010

A cura di Elio PECORA e Luca BALDONI

LietoColle, Settembre 2009
pagg. 202, € 13,00
ISBN 978-88-7848-523-5

Agenda / antologia poetica: 74 Autori sul tema L’Italia e la fatica di amarla. L’elenco completo dei partecipanti e delle liriche è in questa pagina.

_________________________________________
SCELTA DI POESIE

Febbraio / Filippo AMADEI
NEL TRAFFICO

Il taglio del sole affina la vista
delle cose sul mondo, mi riversa
nella bella stagione, guardo le macchine
nel grembo malato delle tangenziali, dorme
una massa unica di corpi
il cartellone mi dice di votare Monti
scheda marrone, ma quali moti
vitali ci perdiamo, quale vento…
rivedo un filare di pioppi
nella brevità del mio singolo risveglio
gli alberi stanno sempre lì – muti
santificano il giorno.

 

Maggio / Stefano LEONI

Mi avvolgi con un ritmo inconcludente,
pena di un tempo breve, incolto, liso,
mio Paese. Non sei squarci di pietra
e mare che accarezza, non sei
la piana gravida, il sole che ti spacca.
E non sei più saggezza.
Il tuo seme non ha la forza del meticcio,
come succede ai cani, la cernita bastarda
del migliore.
Sei i capitelli fatti frangiflutti
e l’arroganza di un occidente nato ieri.

 

Giugno / Paolo CLARÀ
OLTRECONFINE

Pelle di sale
buio di un uomo accasciato
su una panchina oltremare

allungato nei remi
schiaffo di verde affilato
lontano dal sole

Voci di vento, vortici, sabbia
raccolte sul fondo dei vicoli
incrinature

sorde alle labbra
dove il tuo canto non piove
dilaga tormenta

Armonie dell’abisso
tra le tue spire
di onde e di terre

e di nuvole perse allo sguardo
di una madre sola
Oltreconfine

 

Febbraio / Roberto R. CORSI
NON DONNA DI PROVINCE

Mai si concesse oltre
la Gibilterra dei miei diciott’anni
quando abbassò la guardia per qualche gioco astrale
a mani innamorate, assopite di muschio.
Meglio sarebbe stato andare incontro
alle morti d’Ulisse, in mare aperto e fuoco,
meglio di questa propagginazione
socialmente spendibile, “il futuro” –
accurata maceria del corpo della gloria,
ellenismo d’intenti di maniere rapprese,
agglutinata metrica del bianco.
_________________________Incantatrice, amica,
vuole vendermi adesso grammofoni, vinili –
Rachmaninov che suda sui preludi
dita trasfuse in miele e microsolco.
Non arriva a capire che passo dal negozio
solo per un suo sprazzo corvino che m’annotti –
o forse lo comprende
mais c’est la guerre, c’est la conjuncture!
tutto deve imbrattarsi in persuasioni
e prezzo di moneta. S’insaliva ogni azzurro
nell’italico cielo colore ventieuro.

 

© LietoColle 2009 – riproduzione riservata

Written by Roberto R. Corsi

21 ottobre, 2009 a 14:11

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: