(Worst) season’s greetings

credits: effetti IG

Come per ogni fine anno, porgo a voi e a chi amate gli auguri di serene feste e di un inizio che sia realmente nuovo; non coinciderà purtroppo col capodanno, ma speriamo arrivi prima possibile.
Le lucine dell’albero qui accanto si son bruciate, degna conclusione. Lascio tutto così: tecnicamente è comunque un albero. Intraprendenza, energia e umore.

Veniamo, come sempre, agli aggiornamenti egoriferiti.
A settembre, come spammato a più riprese, è arrivata la mia ultima raccolta. In quanti sensi “ultima”, lo vedremo. Quasi avessi istituito un osservatorio, ci sono indici numerici che lo determineranno.
Almeno per quanto mi riguarda, meno male che è arrivata: come ogni Cassandra che si rispetti, vedevo cupo in tutto lo sculettamento estivo; così l’editing agostano mi ha aiutato a distogliere i pensieri.
Grazie anzitutto all’amico, editor ed editore Antonio Lillo; mi spiace di non averlo ancora ripagato con un grand tour promozionale (a cui peraltro non si sarebbe presentato nessuno, né avrei saputo che dire; ma uno ci prova sempre e poi l’alcol mi trova sempre qualcosa per istrioneggiare e almeno a pranzi e cene si fanno proseliti).
Ringrazio chi, in tempi di ben altre priorità, si è voluto concentrare sulla raccolta: ho iniziato a linkare nella pagina ad hoc i contributi “pubblici” (per ora, in ordine alfabetico: Alessandrini, Gattoni, Maffii, Rosa, Salvini, Seriacopi).
Ringrazio anche chi mi ha dato riscontro privatamente: per lettera, sui social… menzione speciale per chi, proprio via social mi ha omaggiato della mia prima traduzione in spagnolo (Antonio Nazzaro). Last but foremost, ringrazio uno per uno lettrici e lettori del volumetto.

Quest’anno, in mezzo al suo quotidiano carnage, ha voluto regalarmi due splendide gemme sganciate dal libro: una poesia dedicata nientemeno che da Cristina Annino e un sontuoso logo delle mie iniziali, disegnato dall’Artista e apprezzato Poeta Massimiliano Marrani. Lo vedete nella testata, sulla sinistra.

Un pensiero a Gabriele, a Mario, a Diane Di Prima, a tutte, tutti coloro che non ci sono più: l’assenza di ciascuna e ciascuno di loro mi diminuisce, seguendo sempre John Donne, resistendo agli effluvi del vaso di Pandora comunicativo e socioconflittuale scoperchiatosi.

Concludo informandovi che, come da tradizione per questo periodo, ho aggiornato la ormai chilometrica sezione del materiale disponibile.

Buon natale, felice xxxx+1, honi soit qui mal y pense.

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.