Henri Cole, Tienimi

 

Photo by Wil Stewart on Unsplash


TIENIMI (Keep Me)


Ho trovato una cravatta per strada, una cravatta
fatta a mano, di seta, di stilista Italiano. Tienimi,
implorava dalla spazzatura. Probabilmente aveva
da raccontarmi una storia dei giorni della piaga, tanto tempo fa.
Poi, ieri, facendomi un nodo Windsor
attorno al collo, ho sentito delle voci, Perché hai indosso
quella vecchia cravatta? All’improvviso Mason, Roy, Jimmy
e Miguel erano qui a tirarmi per le braccia, come se fossero ancora
gli anni ’80, tetro decennio con un altro presidente
di destra dura. Le mie labbra non erano ancora
scese a patti con l’immobilità. Facevamo la strada di casa
tornando da un night club. Ti adoro, gemeva Miguel,
ma adesso devo andare. Ricorda che la morte
pone fine a una vita, non a una storia.



[da Blizzard, New York: Farrar, Straus & Giroux, 2020]

Henri COLE (1956), acclamato come uno dei migliori poeti americani della sua generazione, è giunto alla sua decima raccolta, Blizzard, di cui LitHub propone questa e altre due poesie. Nato a Fukuoka, Giappone, ha soggiornato a lungo anche in Italia. Nel 2010 Guanda ha pubblicato l’antologia Autoritratto con gatti, a cura di Massimo Bacigalupo.
Questa traduzione / this translation: Roberto R. Corsi – CC BY-NC-SA 3.0 IT

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.