LASER (inedito)

Il tempo passato invano, quella barchetta a un posto e mezzo
Che come dieci anni fa traccia segmenti obliqui, lente bandiere nepalesi
Sul mare quasi in bonaccia e silenziosamente, orzando,
Accenna un accosto alla riva. Ma la milanese abbronzata, altissima, bionda
Col seno autunnale non c’è più, nessuna inscenerà salite a bordo
A imbarzottarti o invidiarti la vita. Lascia il posto a una donna destrorsa e
Compassata, sbiadito pure il cane, il polpaccio sinistro è un campo
Minato dalle vene varicose. È già ripartita, forse dovrà operarsi,
Pensa Werther mentre china la prua religiosa verso il largo.

[inedito, 22.09.18]

[immagine/image credit: By User:Etnoy [GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html) or CC-BY-SA-3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/)%5D, from Wikimedia Commons]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.