I poeti sono vivi e tu no

Tutti i giorni un poeta morto, stretto in una stanzetta che pareva una cripta (infatti lo era), accendeva il suo ADE151-001, si connetteva via pluto.net al sito ipoetisonovivi.com, leggeva la poesia del giorno e in calce commentava: “neanche per oggi c’è una mia poesia”.
Un mattino di ottobre fu còlto da vita improvvisa e se ne andò per sempre a fare il bagno coi delfini in Honduras.
Quel giorno l’amministratore del sito pensò: “Tu guarda, è passato da qui tutti i giorni e, proprio oggi che ho postato una sua poesia, non è venuto”.

[variazione per inversionem di una freddura assai più divertente. Visitate questo sito meritorio senza paure escatologiche]

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.