Capodanno fiorentino

Una farfalla
D’acqua calda sul petto
(Lasciala andare)

Due scale a pioli lungo le ginocchia
Altobassorilievi sulla pelle

E chiome di saggina
E occhiali, occhifessura
E vesti burqa lungo il corpo corto
E scarpe basse e mali mali ovunque.

Ha paura dei ragni
(Ma fu tela, tutela
Dal gran precipitare).

Scivolata dal palmo. Taglia, elide:
Silenzi, sottrazioni
Che dovrò ormai abitare,
Spilli stregoni sedie
Da foraggiare. Sacra eterna ruota
Da far girare
(Ætas; làsciati andare).

[inedito]

belabartok
Oggi compiono gli anni due persone fondamentali della mia vita; l’altra è Béla Bartók

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.