Roberto R. Corsi

Tempo di lettura previsto: 12 anni

Cinquantaseicozze/LVI

with 3 comments


LVI.

La cinquantaseiesima cozza se l’era già fatta fuori mia madre,
bulimica e molto ridanciana compagna di forti inerzie.
E poco prima mio padre, dopo oltre quindici anni di gelo,
uscendo per un giorno dalla caramellata prigione dell’ego,
aveva porto d’improvviso l’ombrello del suo affetto a pararmi dalle intemperie.
Questi pensieri scordati li dedico a loro, sottopesati attori dei miei scritti:
meritavano un figlio migliore, un prodotto socialmente a norma,
non certo un vetro rotto che si tiene insieme col brutto nastro dell’arte retorica,
diviso tra il macigno del non vivere e la certezza dello scorno
quelle volte – sempre meno – in cui mette la testolina fuori dalla finestra.
In fondo alla scodella rimane solo il sugo in cui immergere i crostini:
ho dato quanto ho potuto, benevolendo, sperando che questa scarpetta,
quest’estate di San Martino fatta di fervore batterico e cose tormentate,
sia lenta e saporita, perché subito dopo arriva il conto.

 

(autunno-inverno 2011-2012)

 

[Cinquantaseicozze – raccolta inedita a puntate]
[opera protetta da plagio mediante marcatura temporale legale – redistribuibile con Licenza CC]

Cozza prec. | Inizio | Fine (versione ebook in preparazione)

Annunci

Written by Roberto R. Corsi

23 dicembre, 2013 a 09:00

Pubblicato su a puntate, materiale, poesia

Tagged with

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Degna chiusura di tutto un percorso… amara a caustica, bellissima. Tanti cari auguri. E non solo di buone feste. Massimo

    Mi piace

    Massimo Seriacopi

    23 dicembre, 2013 at 12:29

  2. Forse una delle più convincenti “Cozze” di Roberto , tra il pudore e l’effondersi , ma sempre con la secchezza verbale che ormai gli conosciamo . Presente e pungente l’affettuoso cinismo eslege autoironico e antiletterario dei suoi momenti migliori .

    Con un Buon Natale e un Buon Tutto
    leopoldo –

    Mi piace

    leopoldo attolico

    23 dicembre, 2013 at 12:39

  3. Caro Roberto, grazie sempre dei tuoi vivissimi e assai graditi invii poetici, mentre colgo l’occasione per farti sinceri auguri per l’anno che sta per iniziare.
    Un saluto caro da Mariella

    Mi piace

    mariella Bettarini

    30 dicembre, 2013 at 17:16


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: