Roberto R. Corsi

Tempo di lettura previsto: 12 anni

Cinquantaseicozze/XLII

with one comment


XLII.

Vexilla regis prodeunt inferni
verso di noi, però dinanzi mira
, già alla stazione s’elide
ogni traccia di mare cantabile nella gente intabarrata.
Dopo Viareggio il treno piega subdolo a sinistra, per ablazioni
infinitesimali: quando per un attimo
svetta il bianco della torre pendente sei ormai perduto, tra frotte di precari
che vanno che tornano – frontale e rettilineo, è incanalato
il tuo autunno nel moto a pendolo della disperazione.

 

[Cinquantaseicozze – raccolta inedita a puntate]
[opera protetta da plagio mediante marcatura temporale legale – redistribuibile con Licenza CC]

Cozza prec. | Inizio | Cozza succ. (dal 23/9/13 h. 9:00)

Annunci

Written by Roberto R. Corsi

16 settembre, 2013 a 08:00

Pubblicato su a puntate, materiale, poesia

Tagged with ,

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. “Resistere resistere resistere” ( Saverio Borrelli ), e darsi da fare , denunciare , insistere come sai fare molto bene tu .
    leopoldo –

    Mi piace

    leopoldo attolico

    16 settembre, 2013 at 10:15


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: