leghismi light e babau extrastrong: un mio libro a Lampedusa

Prima di partire per le immeritate vacanze avevo letto l’appello di Giusi Nicolini, prima cittadina di Lampedusa, a conferire libri presso il Comune per dotare finalmente l’isola di una biblioteca. Non ricordo su che pagina l’ho letto, ora riprendo il testo (anche a giovamento di chi volesse aderire ora) dal sito liberainformazione.org

“Lampedusa non ha una biblioteca e neppure un negozio dove poter acquistare libri. Voi ci vivreste mai in una città dove non è possibile comprare dei libri? Io non credo! Quindi se in giro per casa avete libri, di qualsiasi genere, che non leggete o avete già letto e di cui volete sbarazzarvi, aderite all’iniziativa”. I libri vanno indirizzati direttamente al primo cittadino dell’isola: Giusi Nicolini, Sindaco – Donazione dei libri per la prossima apertura della Biblioteca Ibby di Lampedusa Via Cameroni, 92010.

Appello raccolto immediatamente e inviata in tempo reale copia de L’indegnità, con un po’ di vanagloria e di non omnis moriar ma anche con tanta voglia di essere laggiù con le parole, aspettando di visitare l’isola di persona.
Il libercolo mi risulta arrivato il 7 agosto.
I miei detrattori, e qui sta il joke della prima parte del titolo, potrebbero eccepire che la lettura delle mie atroci poesie sia atta a fungere “leghisticamente” da deterrente per i migranti. Non sia mai!
Quanto alla parallela funzione di babau, essa deriva dal fatto che la costituenda biblioteca, prendendo il nome e collegandosi a IBBY, pur accettando tutti i libri dovrebbe privilegiare quelli per ragazzi. L’ho scoperto dopo l’invio. Spero che il mio libro non si becchi un parental advisory o peggio un volo nel cestino. Quantomeno che si disciolga e maceri nello splendido mare! Staremo a vedere.

lampedusa
Foto di Luca Siragusa per wikipedia (Isola di Lampedusa)
Annunci

2 commenti

  1. Caro Roberto, è un’iniziativa ammirevole di cui ovviamente non sapevo nulla. Cercherò di rimediare in qualche modo. E comunque beato te che hai detrattori, almeno vuol dire che ti leggono, no?
    Buone (meritate, dai!) vacanze!

    Mi piace

    • ahahah vuoi essere adulato, caro amico blogstar! 😉 manda loro, se vuoi, qualche libro sull’opera, apprezzeranno (anche perché ci avranno pensato in pochi… proporzionalmente a quanto ahimè si pensa all’opera qui in Berlusconia). Un abbraccio a te a Betta e alla tua città!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.