Roberto R. Corsi

Tempo di lettura previsto: 12 anni

Cinquantaseicozze/XXXI

with 2 comments


XXXI.

Quando rifletto sulla lontananza dal mondo, dai sensi,
da ogni cura verso me stesso, mi penso come quel SuperTele laggiù, un pallone
da spiaggia finito in un soffio di brezza di terra, in un’avversa corrente:
qualcosa che l’onda inaspettatamente non riporta, dilaniando il sodalizio
tra il bambino e il suo gioco, lasciandogli l’ultimo spettacolo di un ritenuto addio.
Oltre l’orizzonte, oltre il pianto (sarà compensato, domani, da abbondanti regali)
sta la solitudine plastica, lo sgonfiamento, il mesto nascosto venir adagiati
a riva, molti bagni più in là, carcassa monouso, come disporrà il mare.
…Inaspettatamente, dicevo? no, spesso si scordano i propri difetti
di fabbrica, quel vizio nella valvola a pressione, la paura, che nell’eloquente
omertà delle cose ti tagliava già fuori dal mercato. Devi a un mucchio d’inutili
carte e alla tua bella apparenza questo stallo di foglia cadente,
sostanza non miscibile con mosse o aspettative dell’umano,
e la stessa tremante distrazione che non eleva queste cozze a poesia.

 

[Cinquantaseicozze – raccolta inedita a puntate]
[opera protetta da plagio mediante marcatura temporale legale – redistribuibile con Licenza CC]

Cozza prec. | Inizio | Cozza succ. (dal 8/7/13 h. 9:00)

Annunci

Written by Roberto R. Corsi

1 luglio, 2013 a 08:00

Pubblicato su a puntate, materiale, poesia

Tagged with

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. sicia

    ________________________________

    Mi piace

    Eugenio Nastasi

    1 luglio, 2013 at 10:10

  2. Caro Roberto, mi arrivano a tratti queste tue cozze carnose e fredde in uno svelamento che a volte mi lascia confusa. Queste poesia/confessione che è il bisogno di dirsi mi rivela tante sfaccettature di te che è anche bello conoscere insieme a te che ti conosci attraverso. Quando le raccoglierai sarai al termine di un viaggio di apprendimento che ti avrà cambiato dando senso al tempo. Grazie per la lettura, sperando di rivederti. Liliana

    Mi piace

    Liliana Ugolini

    1 luglio, 2013 at 10:49


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: