Roberto R. Corsi

Tempo di lettura previsto: 12 anni

Cinquantaseicozze/XXVI

with 3 comments


XXVI.

Un passo di Coetzee (che suona bene, omofono alle cozze
di questa sublime impepata) ammonisce il genitore a non salire
col piede dei rumori corporali sull’anima del figlio: mio padre
ha sempre celebrato in parole suoni missili effluvi il proprio squamoso involucro,
l’ha osteso ogni mattina fino a sera con schilleriana gioia
da bravo fiero ometto di paese, il paese nervino da cui non c’è scampo
quello da cui di anno in anno, alle cerimonie, esce dal mazzo
un parente lontano, per la mia altezza fa ogni dannata volta
la battuta che babbo e mamma m’han bene innaffiato,
qualcuno arriva a dire perfino concimato. O quell’altro paese
di prima giovinezza che ora mi bracca tramite la cantilena
dialettale, le bestemmie, il generoso epos dell’ardue trattative con qualche troia
così come me li dispensa un transfuga – son io, chi altri?
il fortunato uditore, per simpatia istintiva tra falliti. Olfattiva: forse fiuta
che debbo alla sua terra i più risalenti inchiodanti ricordi –
quello di quando il primo amichetto di giochi mi portò
in bagno e credendo di fare cosa buffa mi mostrò
come cagava, come quella marrone indegnità scaturisse improvvisa,
spazzando ogni idea di purezza infantile, dal suo avorio.
O quando a dieci anni, giocando a soldatini vicino alla siepe di confine della spiaggia,
trovammo alcune pagine d’una rivista porno: una regina africana spalancava
a forza con quattro dita la vulva rubizza, sparo di sangue nell’ebano,
quasi se la dovesse strappare. Questi furono e sono i battesimi del corpo, le fasce
di contenzione della fiducia, ciò che mi fa pietra persino verso
chi è caro.

 

[Cinquantaseicozze – raccolta inedita a puntate]
[opera protetta da plagio mediante marcatura temporale legale – redistribuibile con Licenza CC]

Cozza prec. | Inizio | Cozza succ. (dal 3/6/13 h. 9:00)

Annunci

Written by Roberto R. Corsi

27 maggio, 2013 a 08:00

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Caro Roberto, ricevo costantemente le tue “creature”, e ne sono ben contento, per vari motivi, che, una volta tanto, proverò a elencare. 1 Sono scritti intelligenti. Per fare ironia, e ancora più per fare autoironia, penso che ci voglia intelligenza. 2 Sono scritti educati, nel senso che hai saputo far crescere con la parola le capacità espressive, riflessive e comunicative. 3 Sono scritti originali, che propongono riflessioni inedite, inconsuete e argute, e propongono anche visioni non banali della realtà, attraverso i tuoi filtri percettivi e le tue capacà di riesposizione di quel che percepisci. 4 Sai, con cultura e sensibilità, ornare di bellezza le tue poesie. E con questo chiudo, salutandoti e invitandoti a continuare. Stammi bene, Massimo (più in qua potrei passare all’analisi puntuale di un testo, sennò che esegeta del cavolo sono?)

    Mi piace

    Massimo Seriacopi

    27 maggio, 2013 at 16:34

    • grazie Massimo. Se ti cimenti nella recensione di un “mitile ignoto” (nel senso che va bene qualunque cozza o gruppo di cozze sceglierai) sarai benvenuto, sarà un piacere potermi fregiare della tua analisi accanto a quella che Davide Castiglione ha fatto or non è guari della numero tre. Un caro saluto

      Mi piace

      Roberto R. Corsi

      30 maggio, 2013 at 01:17

  2. ( … ) a dimostrazione che la scrittura fa quello che vuole e non è quasi mai quella che avevamo pensato un attimo fa . Si respira aria di assoluta libertà linguistica , che non esperisce parole in libertà , ma souplesse espressiva dove la letterarietà è continuamente sgambettata dalla salutare anarchia dei termini e dell’aggettivazione ; condizione – questa – che non si percepisce “esibita” ma direi fisiologica nell’Autore , consustanziale al respirare e al vivere con se stesso e con l’Altro .

    leopoldo –

    Mi piace

    leopoldo attolico

    4 giugno, 2013 at 11:00


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: