Roberto R. Corsi

Tempo di lettura previsto: 12 anni

Danzando con un ragno trasparente

with 2 comments

Seriacopi

Massimo Seriacopi durante un incontro (l’immagine l’ho trovata su 123people ma non so da che sito sia stata catturata).

Ho ricevuto da Massimo Seriacopi – amico e valentissimo saggista-vivificatore dantesco (lo potete ascoltare facilmente durante l’anno nelle sue «chiacchierate» alla Libreria Chiari, o alla Libreria dei Servi o aliunde), nonché relatore assieme al sottoscritto durante una presentazione di qualche anno fa – il volumetto delle sue Piccole danze.
In queste poesie pazientemente distillate lungo lo scorrere di più decenni si avverte chiaramente la sapienza architettonica che è frutto dello studio (prevalenti gli endecasillabi; molte le simmetrie testuali entro e oltre il singolo componimento) e la predilezione per un lirismo di matrice classica; forse addirittura kavafiana nelle prove più riuscite – ad esempio a p. 43, ove lampi di sensualità baluginano nella cornice di un moderato dato dalla rigida struttura (notare le ripetizioni quasi a mo’ di contrafforti) e, tematicamente, dagli slanci dolceamari, proponimenti accennati nell’estate di San Martino dell’età:

Sarò giovane ancora, e ancora e ancora;
la luce stamattina lascia spazio
con il silenzio all’immaginazione.

E correrò per strade di cristallo,
fragile fragile tempo trascorso;
m’infilerò le mani in tasca – guardo
l’asfalto liscio e la tiepida polvere,
l’erba ceduta a passi di ragazzi
appena appena usciti, nudi al margine.

E invidierò la tua camicia aperta,
a te che giovane sei per davvero,
e t’abbottoni, rivesti il tuo pube
dopo l’amore esposto appena appena.

Sarà per questa luce vespertina:
ha sapore di terra il tuo corpo, ora,
e diventa a me bagnato sigillo
questo risucchio delle labbra tue.

Notevole poi è la “poesia eresia” di p. 31, dove nel primo distico il velo del ritenuto si squarcia con un’immagine forte e (mai contesto fu più adeguato all’aggettivo) brillantemente polisemantica, cui segue una parentesi che sa di affermazione ma ha anche un retrogusto apologetico che mi dà l’idea della forza di spinta e propulsione che, nell’essere autenticamente poeti ed eretici (e già per il definirsi tali), occorre spesso per sganciarsi dal dito puntato del conformismo.

E l’ostia liquefatta nella bocca
sperma diventa, seme che feconda

(Presa di posizione, scelta mia,
conquista, poetica eresia)

Il ragno trasparente cui accenno nel titolo è ovviamente l’editore Aracne di Roma che ha appena lanciato la collana di poesia Brigadoon, la quale per ora consta di soli due titoli. Dalle informazioni che gentilmente mi fornisce Massimo si tratta di collana a tutti gli effetti virtuosa (nessun contributo né obbligo di acquisto copie a carico dell’Autore), però è necessario asseverare se queste particolari condizioni siano state applicate honoris causa, vale a dire per la sua consolidata qualità di scrittura e carriera di letterato, oppure varrebbero anche per un perfetto esordiente. Per ora la colloco nel paradiso degli editori (cioè tra i miei link, smile), magari attendendo conferme e aggiornamenti da chi in futuro proverà a sottoporre ad Aracne i propri sforzi poetici (scrivetemi!).

Annunci

Written by Roberto R. Corsi

22 aprile, 2012 a 10:03

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Salve come posso rintracciare Massimo Seriacopi. Se hai un indirizzo una mail me la puoi mandare sono un suo amico di studi a Firenze. Grazie

    Mi piace

    Antonio

    19 marzo, 2013 at 15:26


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: