Roberto R. Corsi

Tempo di lettura previsto: 12 anni

tre luci e tre voci

leave a comment »

le luci son quelle del “semaforo letterario” di Michele Brancale, cui accennavo nello scorso post – nell’articolo del 12 ottobre scorso si parla (anche) del sottoscritto. Ora ve lo propongo in lettura in formato pdf.

Riparte nel frattempo, dopo una lunga vacanza, il mio tumblelog-taccuino. Oltre all’inclito Adonis ed a Liliana Ugolini – sulla quale ci soffermeremo molto nelle settimane a venire – ho inserito una poesia di Cinzia Boccamaiello, runner-up del Premio Lerici Pea 2008 con la plaquette Altre maternità.
Pur nelle differenze di metrica ed intonazione, la poesia di Cinzia rispecchia un certo modo di intendere l’arte simile a quello degli haiku ortodossi, in cui il soggetto tende ad osservare senza forzature il “dispiegarsi” delle stagioni, degli animali e delle cose attorno a sé, ben conscio che le sue considerazioni morali ed esistenziali sono una conseguenza, un riflesso dell’azione di queste “sfere superiori”. La lirica che ho scelto, assai semplice, stabilisce chiaro questo nesso.

Annunci

Written by Roberto R. Corsi

2 novembre, 2008 a 18:06

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: