Roberto R. Corsi

pensa a me come a pianta decidua

Posts Tagged ‘Ditta Pásztory Bartók

“Il dolore (metodico, affiNato)” secondo Cristina Alziati

leave a comment »

Cristina Alziati

un bel ritratto della poetessa Cristina Alziati (fonte: wikipedia)

Mi permetto di utilizzare, operando un cambio di consonante (affilato/affinato), l’incipit di una vecchia poesia del sottoscritto per chiosare Come non piangenti (Marcos y Marcos), silloge di ampio respiro. Sulla quale non mi soffermerò troppo in sede propriamente critica: è una bella raccolta, senz’altro meritevole, senz’altro al di sopra della media. Il volo d’aliante sopra le regioni del dolore percorre rotte domestiche e internazionali; la battaglia per la vita riconquistata (I riccioli della chemio) o perduta (A mio padre) entro le mura familiari si alterna con tematiche sociali (intolleranza, guerre) e soprattutto indagando la prima radice del male nella pena dei bimbi (vittime di guerra, di povertà, di malattie che minano la logica stessa dell’esistenza). Ne risulta un affresco vastissimo, enciclopedico.
Libro stilisticamente ben condotto, con qualche piccola disattenzione nella scelta tra virgola a fine verso ed enjambement (difficilissimo per tutti non cadere mai in fallo).

La maggiore fonte di riflessione che traggo da questo libro sono le note dell’Autore, ben sette pagine in cui vengono dettagliatamente esposti i riferimenti delle poesie, persino del titolo. Leggi il seguito di questo post »

Written by Roberto R. Corsi

20 febbraio, 2012 at 21:26

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 530 follower